Prenota una demo e sii tra i primi a scoprire tutto riguardo un nuovo modo di offrire benefit.
inizia ora
Q

uando si parla di bonus offerti dalle aziende ai propri dipendenti, una delle prime cose a cui si pensa sono i voucher per il pranzo o la spesa. Oggi esistono tante proposte diverse sul mercato, ma non tutte le soluzioni sono uguali. E allora quali sono i migliori buoni pasto in Italia? 

Se non sai come orientarti nella “giungla” di società che offrono questo tipo di servizio, parti dalla nostra guida pratica. Innanzitutto, scopri quali sono i vantaggi dei buoni pasto, sia per il datore di lavoro sia per il personale, e come fare per scegliere l’opzione più in linea con le tue esigenze.

‍

Scopri i Buoni Pasto Coverflex

Sono accettati in più di 100.000 attività, tra ristoranti, supermercati, negozi di alimentari e servizi online di delivery. Unisciti anche tu!

‍

I vantaggi di scegliere una soluzione buoni pasto

Ci sono tanti buoni motivi che spiegano il successo dei buoni pasto. Non si tratta di una semplice gratificazione per lo staff, sebbene sia sicuramente un grande punto a favore di questo benefit, ma anche di uno strumento chiave per le imprese. 

Proprio per questo, negli anni abbiamo assistito a una rapida diffusione delle società che offrono i voucher, modulando le loro proposte in svariati modi. Oltre ad approfondire tutto quello che c’è da sapere sui buoni pasto, è bene conoscere i vantaggi offerti per entrambe le parti.c

Vantaggi per i dipendenti

Il primo evidente vantaggio dei buoni pasto è riconducibile al risparmio economico. Molto banalmente, i dipendenti possono concedersi un meritato pranzo senza dover spendere nulla, scegliendo dove preferiscono acquistare da mangiare. In secondo luogo, la possibilità di usare i voucher per fare la spesa consente di prepararsi il piatto preferito da portare al lavoro o da consumare a casa, se si lavora in remoto. Inoltre, più sono i partner convenzionati, maggiore sarà la libertà di scelta per ristoranti, bar, supermercati e servizi di delivery.

Vantaggi per le aziende

Per le aziende, i buoni pasto servono a motivare il personale, contribuendo a migliorare l’ambiente di lavoro e la produttività nel breve e lungo termine. Ogni dipendente si sentirà valorizzato, con una conseguente maggiore fidelizzazione. Dulcis in fundo, ci sono i vantaggi fiscali: le imprese possono dedurre i buoni al 100% ai fini delle imposte dirette, in aggiunta all’IVA del 4% interamente detraibile.

‍

Come scegliere i buoni pasto per la tua azienda?

Chiunque abbia un’azienda sa bene quanto sia difficile selezionare gli strumenti in linea con le proprie esigenze, che si tratti di una piccola o grande realtà. Per confrontare i migliori buoni pasto in Italia bisogna dunque avere qualche dettaglio chiave, come i servizi aggiuntivi offerti, la facilità di fruizione del voucher, la gestione semplificata e così via.

Ad esempio, i buoni pasto di Coverflex sono spendibili online e offline su tutto il territorio italiano presso un elenco di partner in costante crescita. E tutto questo offrendo i requisiti minimi che dovresti aspettarti dalla soluzione scelta.

Requisiti minimi

Il primo passo per riconoscere le migliori proposte di buoni pasto in Italia è verificare che includano alcune condizioni irrinunciabili. Tra queste ricordiamo:

  • velocità di attivazione;
  • spendibilità online e offline;
  • tecnologia all’avanguardia;
  • semplicità di gestione e d’uso;
  • pagamento tramite card ricaricabile;
  • ampio ventaglio di convenzioni;
  • sconti aggiuntivi abbinati ai voucher;
  • altri benefit in abbinamento, su richiesta. 

Completano il quadro la possibilità di avere costantemente una panoramica chiara della situazione grazie a una piattaforma e a un’app abbinata.

‍

Come funzionano i buoni pasto

Dimentica i blocchetti cartacei di una volta: oggi i migliori bonus pasto sono completamente digitali e si usano per il pranzo al ristorante con i colleghi, per fare la spesa al supermercato oppure ordinare online cibi e bevande. Li possono acquistare le aziende e i liberi professionisti con partita IVA. In più, valgono sia per chi lavora in ufficio sia per chi è in smart working. 

Dal punto di vista fiscale, attualmente lo Stato favorisce i voucher digitali, che sono interamente deducibili e detraibili fino a 8 euro (contro i 4 euro di quelli in carta). Ti ricordiamo poi che i buoni pasto non concorrono a formare il reddito dipendente.

‍

I problemi più comuni dei buoni pasto

Abbiamo visto cosa dovrebbero avere i migliori buoni pasto in Italia, ma ci sono anche delle problematiche diffuse che ti consigliamo di evitare. Stai alla larga da chi ti offre:

  • un numero limitato di convenzioni con esercenti, siti e negozi;
  • tecnologia datata e non user-friendly;
  • costi poco trasparenti e non bene specificati nel contratto;
  • piattaforma difficile da usare;
  • nessuna app;
  • nessuna o limitata personalizzazione.

Grazie a queste informazioni cruciali potrai confrontare autonomamente le diverse proposte e individuare quella che fa al caso tuo.

‍

I buoni pasto Coverflex

Approdata in Italia nel 2022, Coverflex sta già rivoluzionando il settore dei buoni pasto e, più in generale, del welfare aziendale.

I buoni pasto Coverflex convengono a tutti. Le aziende risparmiano, perché sono totalmente esenti da INPS e IRPEF e con IVA al 4%. I dipendenti possono spenderli per davvero, grazie al network che include oltre 100.000 attività in tutta Italia. Gli esercenti ci guadagnano, perché sono la prima soluzione senza commissioni in Italia. 

Grazie alla comoda Coverflex Voucher Card (VISA), e alla app abbinata, è possibile gestire il saldo dei buoni in totale autonomia. Inoltre, con la possibilità di caricare crediti aggiuntivi sull’account, si può finalmente utilizzare un unico metodo di pagamento quando i buoni pasto non coprono il conto totale.

E ancora, l’attivazione dei buoni pasto Coverflex può avvenire in modalità self-service, senza intermediari e burocrazia. Basta registrare l’azienda, definire l’importo dei voucher da erogare e aggiungere i dipendenti. Non c’è nulla di più semplice! Il nostro team è sempre a disposizione per aiutarti e supportarti in fase di registrazione.

Non vengono dimenticate nelle no le Partite IVA e le ditte individuali, che possono utilizzare i buoni pasto e dedurli al 75%, con IVA detraibile al 10% (fino a un importo massimo pari al 2% del fatturato).

Coverflex ti incuriosisce e vorresti scoprirlo più da vicino? Se sei un’azienda, prenota una demo con il nostro team; se sei un dipendente, consigliaci alla tua azienda. Ti aspettiamo!
Leggi anche:

Più di 5000 aziende hanno già scelto Coverflex, tu cosa aspetti?

inizia ora